Pubblicazioni

Attraverso la pubblicazione di matrimonio, l’Ufficiale di Stato Civile accerta l’insussistenza di impedimenti alla celebrazione del matrimonio.

Le pubblicazioni si chiedono presentandosi personalmente all’Ufficio di stato Civile. La pratica può essere avviata anche da uno solo dei futuri sposi; in una fase successiva dovranno presentarsi entrambi per la sottoscrizione del verbale di pubblicazione.
Se la coppia risiede in due comuni diversi occorre rivolgersi al comune in cui risiede almeno uno dei due futuri sposi.
Sarà l’Ufficio a richiedere i documenti necessari per entrambi (anche per il non residente) e l’atto di pubblicazione di matrimonio verrà pubblicato in entrambi i Comuni.

DURATA DELLE PUBBLICAZIONI
L’atto di pubblicazione è pubblicato all’Albo on line dei comuni di residenza per otto giorni consecutivi. Il procedimento si conclude decorsi ulteriori tre giorni di deposito.
Il matrimonio può essere celebrato solo dopo tale termine alla scadenza del quale l’Ufficio di Stato Civile rilascia il certificato di eseguita pubblicazione da consegnare al Parroco o ad altro Ministro di culto celebrante oppure fissa la data di celebrazione del matrimonio civile.
La pubblicazione decade se il matrimonio non viene celebrato entro il 180° giorno successivo …

MATRIMONIO CIVILE IN ALTRO COMUNE
Il matrimonio può essere celebrato anche in altro Comune. In questo caso ne va fatta motivata richiesta in occasione della pubblicazione o anche successivamente. L’Ufficiale di Stato Civile, a seguito della richiesta, predisporrà apposita delega da inviare al Comune indicato. Sarà cura dei futuri sposi contattare il Comune scelto per concordare la data del matrimonio

COSA OCCORRE AL MOMENTO DELLA PUBBLICAZIONE DI MATRIMONIO

  • un documento di identità valido
  • 1 marca da bollo da € 16,00 se è unico il comune di residenza dei futuri sposi 2 marche da € 16,00 se i comuni di residenza sono diversi
  • per coloro che non hanno compiuto 18 anni: autorizzazione a contrarre matrimonio dal competente Tribunale per i minorenni
  • per gli stranieri: nulla-osta al matrimonio rilasciato dall’autorità straniera competente
  • in caso di matrimonio concordatario: richiesta di pubblicazione rilasciata dal Parroco

mappa